giovedì 30 maggio 2013

L'acquedotto di Fiesole fa acqua da tutte le parti!


Cari fiesolani, i prossimi post li vorrei dedicare ai problemi di Fiesole che mi stanno più a cuore. Vi invito a dire la vostra in modo da sviscerare bene le questioni e trovare le soluzioni migliori grazie al contributo di tutti.

In questi anni in Consiglio Comunale sono stata una testimone attenta di quanto è stato fatto e non fatto per la nostra città e ci sono alcune cose che a mio avviso avrebbero meritato un impegno diverso da parte della nostra amministrazione. Ricordo che in campagna elettorale era stato proposto un programma fin troppo ambizioso, che alla resa dei conti si è dimostrato irrealizzabile.

Il problema di cui vorrei parlare oggi è quello dell'acqua, il nostro bene più prezioso. Noi tutti vogliamo impegnarci per un consumo responsabile, ma a cosa serve risparmiare pochi litri di acqua in estate evitando di annaffiare un roso o un po' di basilico se il nostro acquedotto fa acqua da tutte le parti? Ogni anno vengono buttati al vento litri e litri d'acqua a causa dei continui guasti alla nostra rete idrica. Noi tutti ricordiamo il “tubo volante” di Quintole che è rimasto appoggiato sul bordo della strada per dieci anni, soggetto alle gelate invernali e alle calure estive. Quest'anno, a gennaio, c'è stato un altro guasto in Via Dupré e altri problemi si sono verificati a febbraio a causa del gelo.

Non siamo solo noi cittadini a lamentarci, la stessa Acque Toscane, la società che gestisce il servizio idrico comunale, ha più volte fatto presente al Comune quali sono i limiti delle infrastrutture esistenti dell'acquedotto di Fiesole. Le condotte sono vecchie, tanto che la riparazione di un guasto da una parte provoca una falla da un'altra, a causa degli sbalzi di pressione.

Ora, non vogliamo certo aggiungere sogni alla “lista dei desideri” dei cittadini ma proporre un piano realistico di sostituzione delle condutture vecchie sì. Facciamo un programma di rinnovamento delle infrastrutture idriche, anche di lungo periodo, tenendo conto di quelle che sono le reali risorse del Comune. Ricostruire un pezzo alla volta il nostro acquedotto è sempre meglio che “metterci una toppa ogni tanto”, io credo che questa debba essere una delle priorità della prossima amministrazione. Voi cosa ne pensate?

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Per non parlare del calcare e delle spese che ogni hanno sosteniamo per mantenere puliti i nostri tubi.

gianni ribotti ha detto...

Cosa dire, facciamo un censimento del personale addetto alla gestione delle problematiche sopra esposte, "tagliamo le spese del suddetto personale" e con il ricavato proviamo a gestire meglio l'infrastruttura.

Giustino Ribotti ha detto...

penso che l'acqua di fiesole faccia schifo, è "dura" all'inverosimile e costa troppo.
le " toppe " anzichè metterle al bilancio, la giunta veda di metterle all'acquedotto colabrodo.
saluti, forza Anna!