venerdì 5 luglio 2013

L'Imu a Fiesole e altre novità dal Consiglio Comunale

Fiesole, foto commons.wikimedia

Cari Fiesolani, questi giorni sono stati particolarmente intensi e vorrei condividere con voi le ultime novità dal Consiglio Comunale di Fiesole. Giovedì 27 giugno ci siamo riuniti per l'approvazione di alcuni documenti importanti per le attività del Comune: il Bilancio di previsione 2013, il Bilancio pluriennale 2013/2015 e la Relazione previsionale e programmatica 2013/2015. Gli argomenti sono tanti, quindi mi prenderò lo spazio di qualche post per discuterne insieme a voi.

La Relazione previsionale: è uno scherzo? 

Vorrei cominciare con una nota un po' polemica, una piccola tirata d'orecchie all'amministrazione! Quest'anno, come gli anni scorsi, noi di Cittadini per Fiesole abbiamo perso qualche nottata a studiare gli atti da approvare: è nostra responsabilità controllare e far presenti in Consiglio eventuali errori con l'obiettivo di migliorare le proposte. Ma quando abbiamo visto la relazione programmatica di quest'anno ci siamo sentiti offesi!

Forse non tutti lo sanno, la Relazione previsionale e programmatica è un documento da allegare al bilancio annuale che serve a dare un quadro di quali saranno le spese correnti che verranno sostenute. Quando abbiamo iniziato a leggere la Relazione previsionale 2013/2015 abbiamo avuto un déjà vu! Quelle frasi e quegli errori ci pareva di averli già visti, infatti ci siamo accorti che il 95% della relazione è esattamente identico all'anno precedente. Un po' di pietà per chi fa le notti in bianco nell'interesse di tutti!

Il Bilancio di previsione 2013

Prima che inizi ogni anno solare il Consiglio Comunale deve approvare il bilancio di previsione, il documento più importante per i cittadini. Qui il comune elenca tutte le spese che dovrà sostenere e le entrate che serviranno per finanziarle. È con questo documento che viene stabilito quanti soldi il comune destinerà ad ambiti come la scuola, lo sport, la sicurezza, il commercio, lo sviluppo economico, la cultura, la viabilità e i trasporti. In questo documento vengono anche stabilite le tasse comunali che i cittadini dovranno pagare. E veniamo alla nota dolente!

L'Imu a Fiesole non sarà meno cara! 

Se avete sperato in un'Imu più indulgente per il 2013 mi dispiace dirvi che per la stragrande maggioranza di voi non ci saranno variazioni. Come negli scorsi anni l'Imu a Fiesole resterà tra le più care in Italia (5,5 per mille per la prima casa). Ci sarà uno sgravio solo per i cittadini che daranno in affitto la seconda casa al Comune, il quale a sua volta la subaffitterà per fronteggiare l'emergenza abitativa. In questo caso l'Imu scende al 7,6 per mille anziché il 10,6 normalmente previsto per le seconde case.

Noi abbiamo votato a favore dello sgravio per emergenza abitativa ma è evidente che si tratta di una delibera di facciata: in questo momento c'è solo un caso, massimo due che rispondono ai criteri del 7,6 per mille. Di nuovo, la Giunta ha perso l'occasione di aiutare un numero di cittadini più ampio: quelli che danno la propria casa in uso gratuito ai figli o ai genitori. Per queste persone la seconda casa non rappresenta una rendita ma solo un modo per aiutare i figli, specie in tempi di crisi!

L'idea di amministrazione che abbiamo in mente noi di Cittadini per Fiesole va un po' oltre il mero esercizio contabile di far combaciare entrate e uscite (che resta comunque un prerequisito per governare) ma ha più a che fare con il far crescere una comunità nel modo più equo possibile. Nei prossimi post parlerò delle decisioni prese in merito alle proprietà immobiliari del comune in termini di vendita e valorizzazione, di tasse di soggiorno, lavori pubblici con qualche considerazione sulle cifre di bilancio. Aspetto i vostri commenti!

3 commenti:

Giuseppe TEOLIS ha detto...

Cara Anna Ravoni,

In attesa che venga pubblicato nell'apposito settore del sito internet istituzionale, come previsto dal Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n.33, il Bilancio dell'Unione dei Comuni Fiesole - Vaglia, vorrei segnalare i miei dubbi sul Bilancio di Previsione 2013 del Comune di Fiesole:
- PAREGGIO ECONOMICO: l'art. 162 comma 6 del T.U.E.L., se non sbaglio e non mi risulta sia stato abrogato, in sintesi dice che: le spese correnti (TITOLO I) + le spese per rimborso prestiti (TITOLO III) devono essere uguali al totale dei primi 3 Titoli delle Entrate. Dai documenti del Bilancio approvato risulta che:
TITOLO I + TITOLO III della spesa = € 23.644.819,00;
TITOLO I + TITOLO II + TITOLO III delle entrate = € 17.186.739,00.
A questi due dati bisogna aggiungere che: nel TITOLO III della spesa è stato calcolato un ANTICIPO DI CASSA di € 5.000.000,00 invece di € 5.955.731,81; nel TITOLO I delle entrate è stato calcolato un incremento di IMU di € 1.100.000,00 oltre, naturalmente, a quei € 2.000.000,00 IMU prima casa (congelati!!!).
In sintesi, coloro che hanno scritto ed approvato il Bilancio, hanno previsto che con € 16.000.000,00 di entrate se ne possono spendere € 24.000.000,00.
- l'altro dubbio è che negli ultimi Consigli Comunali il Sindaco e i Consiglieri di maggioranza hanno detto che c'è stata una forte riduzione del debito. Dalla lettura del Bilancio mi risulta che: il TITOLO III della spesa "spese per rimborso di prestiti" è di € 8.500.000,00. La stessa spesa nel 2012 era di € 6.500.000,00. In sintesi € 2.000.000,00 in più, che il cittadino di Fiesole dovrà pagare. Forse, tra questi debiti troviamo anche quei famosi € 500.000,00 chiesti alla CDP per il tetto del Comune, stipulato nel 2011 e che abbiamo iniziato a pagare da gennaio 2013.
Spero che i miei dubbi siano soltanto dei dubbi, altrimenti non capisco come, l'Amministrazione Comunale, riuscirà a pagare gli stipendi ai propri Dipendenti, dal mese di ottobre.

Giuseppe TEOLIS

gianni ribotti ha detto...

A proposito di dipendenti, quanti sono e cosa fanno.
viste le ultime sorprendenti gestioni organizzative, vedi ad esempio il capolavoro della riasfaltatura per i mondiali dove il caos ha regnato sovrano per tutto il periodo dei lavori, mi domando se non sia il caso di rivedere il modello di organizzazione della macchina comunale, questo per cercare di capire - chi- fa- cosa!
possibile che la colpa di tutto questo marasma economico la si debba attribuire solo ed esclusivamente al povero sindaco ed alla sua giunta?
tutta la macchina amministrativo economica che c'è dietro cosa fa? E' vero che alla fine la responsabilità è sempre di chi è al vertice, ma sembra impossibile che le stesse persone possano avere capacità così elevate di combinare sempre i stessi guai.
O forse dobbiamo imparare noi cittadini a leggere meglio i bilanci ed essere più comprensivi quando ad esempio la nostra amministrazione delibera spese per i poveri lupi dei boschi al posto della Provincia?
credo serva un cambiamento.
un forte cambiamento.
meglio sbagliare avendo tentato, che rimanere appiattiti alle logiche di partito che non portano a nulla.


Anonimo ha detto...

bravo, giusto