giovedì 14 novembre 2013

Grazie!


Circa 150 persone, la sala traboccante, le facce piene di entusiasmo dei presenti... insomma: ieri sera è stato un bellissimo inizio!! Come mi ha detto un amico, non c'era luogo migliore per ripartire dell'Hotel Aurora. L'aurora è quel momento straordinario in cui termina la notte e inizia un nuovo giorno, e anche noi, qui a Fiesole, siamo in quel periodo che chiuderà una notte buia e aprirà al nuovo giorno, alla nuova luce.

Ancora un grande grazie a tutti voi. A voi che avete partecipato così numerosi e pieni di entusiasmo, a chi ha stampato in tutta fretta, a chi ha fornito e predisposto il materiale, a chi ha portato i volantini, a chi ha lavorato per il sito, per Facebook, a chi ha sistemato la sala, a chi ha mandato contributi per la relazione, a chi ha fatto la segreteria di accoglienza, a chi ha registrato l'evento, a chi .... insomma a tutti perché già dal primo incontro abbiamo dimostrato di essere una squadra. Permettetemi un grazie particolare a Stefania, validissimo compagno di (dis)avventura per questi ultimi due anni e elemento importante in questa campagna elettorale e nel prossimo futuro.


Qualche amico mi ha chiesto chi me lo fa fare: mi hanno detto “hai il tuo lavoro, che ti piace, che ti dà anche soddisfazioni” e, aggiungo io, che credo di fare anche abbastanza bene. Chi te lo fa fare di andare a romperti le scatole con una situazione che ha portato a livelli catastrofici questo Comune e con le mani pressoché legate a causa di una situazione finanziaria portata a livelli di pre-dissesto?”

Io ho risposto e continuo a rispondere a tutti quelli che me lo dicono: perché voglio bene a Fiesole, perché vorrei riportarla ai passati splendori e perché credo che, insieme a tante altre persone che vogliono bene a Fiesole e che hanno voglia di vederla risollevare, credo che riuscirò e riusciremo a farla ritornare, piano piano a quel gioiello che era fino a una ventina di anni fa.

Ci credo, perché Fiesole ha delle potenzialità incredibili;
Ci credo perché le persone che mi affiancano non sono spinte da interessi personali, ma dal solo interesse per Fiesole;
Ci credo perché, rimboccandosi le maniche e andando a risolvere, pian piano, i piccoli problemi, riusciremo anche a trovare le risorse necessarie per rimettere in piedi quello che oggi non c’è più;
Ci credo perché non posso pensare di continuare a vivere e lavorare in un posto dove l’unico rapporto con l’Amministrazione sia solo quando si arrivano a pagare le tasse.

Ieri sera ho mostrato a tutti il programma del Sindaco Incatasciato del 2009, un programma con tante belle frasi, e con tante belle promesse. Ho provato a prendere un evidenziatore verde e uno rosso per sottolineare quello che è stato e quello che non è stato fatto. Ebbene, lo avete visto anche voi: quasi tutte le pagine erano costellate di rosso. Sono le promesse della campagna elettorale che voglio evitare, ho sempre adottato e lo farò ora a maggior ragione un vecchio motto che diceva “prometti solo quello che puoi mantenere e prova a dare di più di quello che hai promesso”.

Oggi nei Comuni, con le poche risorse che ci sono, è impossibile fare molto e, quindi, non vi prometterò cose che poi non riuscirei a mantenere. Ma sono convinta che tante piccole cose possono essere fatte. Ieri ne ho proposte alcune. Ne riparleremo, su questo blog e negli incontri che organizzeremo con i cittadini per raccogliere le esperienze di tutti, prima di tutto per ascoltare le voci di chi è stato ignorato per troppo tempo. Per cominciare, non vedo l'ora di leggere i vostri commenti sull'incontro di ieri sera...
 

Nessun commento: