martedì 19 novembre 2013

L'unico accordo che conta è quello con i cittadini




Qualche giorno fa, su La Nazione è uscito un articolo dove alcuni esponenti della destra fiesolana mi “strizzavano l'occhio” chiedendomi un “confronto” e alludendo a una possibile alleanza. Ascoltando il parere di amici e conoscenti mi sono resa conto che questo articolo ha creato qualche fraintendimento, per questo voglio fare chiarezza.

 Ci tengo a precisare che per me l'unico vero e importante accordo è quello con i cittadini. 


Cittadini per Fiesole è una lista civica alternativa al sistema dei Partiti e alle logiche di spartizione delle poltrone. La nostra lista vuole rispondere solo ai cittadini e non alle segreterie dei Partiti, di destra o di sinistra, che decidono sopra le nostre teste, incuranti delle volontà e delle necessità locali.


È per questo che non ci sarà nessun passo indietro, ma la discussione resta aperta a tutti coloro che vogliono bene a Fiesole e alle sue Valli. E questo lo dico sia alla destra sia alla sinistra. Bisogna fare una distinzione tra i miei valori personali e i miei ideali che sono e rimangono di sinistra (come racconta la mia storia politica) e la lista civica Cittadini per Fiesole che esce completamente dalla logica degli schieramenti opposti e ha come unica missione quella di risolvere i problemi reali del Comune e fare gli interessi del territorio. Per cui confermo che la nostra Lista non farà accordi con nessun Partito, né con il PdL, né con il PD.

Il nostro obiettivo (e dico “nostro” non per il vezzo di usare un pluralis maiestatis, come qualcuno ha detto, ma perché parlo a nome di un gruppo di cittadini con il quale mi confronto quotidianamente) è quello di avere la maggioranza assoluta in Consiglio Comunale in modo da mantenere il "timone" saldo in mano. Crediamo (e credo) molto nel programma e vogliamo realizzarlo davvero! E quello che verrà fuori dal confronto con i cittadini sarà, appunto, un programma e non un insieme di generici principi e promesse tanto per arrivare al "potere", per poi "svuotarle" di contenuto.

 Detto questo, allego di seguito un altro articolo, pubblicato sempre su La Nazione, il 12 novembre. È un'intervista che mi è stata fatta alla vigilia dell'incontro “Un'ora del tuo tempo per Fiesole”. Qui ci sono alcuni punti chiave del nostro progetto, compresa l'idea che tutte le priorità che decideremo di realizzare nella prossima legislatura saranno concordate con i cittadini i quali condivideranno e contribuiranno alla scrittura definitiva di un programma.



Nessun commento: