giovedì 16 gennaio 2014

A proposito delle spese del Comune

La nostra Amministrazione Comunale continua ad assumere impegni di spesa senza un nesso logico.

Spendere circa € 3.500,00 di denaro pubblico per l'abbonamento ad un periodico telematico mi sembra eccessivo e fuori luogo.

Con le Determinazione del Dipartimento delle Risorse, Atti n.10 e n.11 del 13/01/2014, il Responsabile, impegna una spesa per un importo di € 3.314,74 con la CELCOMMERCIALE s.r.l. di Bergamo per rinnovare un abbonamento con PAWEB.it, acquisto di "Mini books", bollettino informatico Finanza e Tributi, banche dati on-line, acquisto software per il Consuntivo 2013.

A parte il fatto che di tutti i tipi di abbonamento che la Società offre è stato scelto il top e di conseguenza il più caro economicamente. Ma non si capisce perchè spendere in questo modo denaro di noi cittadini e non utilizzare, per lo stesso fine, le varie Associazioni (ANCI, USCI, ANUSCA, ANUTEL e Lega delle Autonomie Locali) di cui il Comune di Fiesole è socio.

Domande che rimarranno senza risposta, perché questa Amministrazione non ci vuole sentire.

Giuseppe TEOLIS

3 commenti:

Anna Ravoni ha detto...

E che dire dei 5.000,00 euro di spese telefoniche?
E delle famose spese di rappresentanza?
Qualcuno ricorderà che alla mia interrogazione il Sindaco, dopo aver detto che ho fatto lavorare la sua segreteria per una settimana intera (in una contabilità trasparente basta un clic per avere questi dati!!) ha continuato dicendo che lui non è tenuto a dire chi porta a pranzo!!! Qualcuno vada a dire una cosa del genere alla Finanza quando fa una verifica in una qualsiasi azienda e vedrà cosa questi gli rispondono!!!

gianni ribotti ha detto...

Un sentito ringraziamento al sindaco del Comune di Fiesole. I suoi 35,00 € di media per la mini IMU per me sono esattamente 100,00. Incatasciato, il tesoretto te lo potevi fare spendendo meglio i nostri soldi. Vergognati e vai a lavorare, poi lo vedi se 35,00 euro sono piccola cosa.

Anonimo ha detto...

E' stupefacente la serenità con la quale il nostro sindaco effettua le dichiarazioni in ordine al "prelievo" forzato della mini imu.
Il nostro comune è stato male amministrato, con servizi inesistenti o scadenti. Con un apparato che effettua servizi al cittadino modulando i propri orari e seconda delle proprie esigenze. Siamo noi cittadini a doverci adeguare agli orari dei nostri dipendenti? Cosa dire poi dei parcheggi? dobbiamo pagare, andare a parcheggiare in capo al mondo! Caro sindaco meno male che i mandati sono solo due e che a maggio te ne vai.